Stampa

Analisi e valutazione della dotazione organica

Analisi e valutazione della dotazione organica

Il contesto di riferimento L’istanza di procedere ad un’analisi organizzativa nella PA emerge spesso dalla duplice constatazione che:

• si riscontra un frequente, strutturale squilibrio nella distribuzione delle professionalità in relazione alle effettive esigenze degli enti;

• occorre perseguire costantemente l’obiettivo dell’aumento dei livelli di efficienza al fine di rispondere alle sfide poste dai processi di riforma in atto. In tale contesto, il recupero dell’efficienza, dell’economicità dei processi, dell’efficacia di intervento e dell’orientamento ai risultati deve dunque divenire l’elemento guida per ripensare in maniera evoluta l’agire della PA, valorizzandone l’autonomia organizzativa come strumento di efficienza nella gestione delle funzioni istituzionali.

Il Servizio proposto, nell’intento di assicurare la più ampia flessibilità e la massima personalizzazione della proposta di servizio, la filiera delle prestazioni si articola come segue:

  1. Individuazione delle aree di competenza e valutazione delle caratteristiche e del peso all’interno dell’Ente
    • Analisi delle funzioni e dei servizi svolti
    • Rilevazione delle procedure operative, dei flussi informativi e dei processi erogativi connessi
    • Valutazione dei carichi di lavoro e determinazione dei benchmark
  2. Analisi della struttura organizzativa
    • Valutazione dei ruoli, funzioni, responsabilità
    • Analisi delle competenze individuali
    • Individuazione dei gap di efficienza e dei fattori discriminanti, alternativi o complementari
    • Sistematizzazione della diagnosi organizzativa (posti di lavoro e competenze critiche), mediante la mappatura dei principali elementi di criticità rilevati.