Stampa

Opportunità per la PA

Il portale ITALPA costituisce uno strumento utile per i datori di lavoro pubblici e quindi per tutte le pubbliche amministrazioni art. 1, comma 2, del d.lgs. 165/2001, che vogliono reclutare volontariamente personale attraverso la cessione del contratto oppure devono adempiere agli obblighi relativi al previo esperimento della mobilità.

Il legislatore negli ultimi anni, attraverso diverse modifiche all'art. 30 del d.lgs. 165/2001 e ad alcuni richiami contenuti nei provvedimenti che prevedono limitazioni alle assunzioni, ha voluto dare priorità all'istituto della mobilità, come strumento per una migliore e più efficiente redistribuzione del personale.

Da un lato il comma 1 dell'art. 30 del d.lgs. 165/2001 richiama l'istituto dal punto di vista dello strumento scelto appositamente dal datore di lavoro per soddisfare i propri fabbisogni di personale, attraverso procedure trasparenti volte ad assicurare la massima partecipazione e la selezione dei migliori.

Dall'altro lato con il comma 2-bis del richiamato art. 30 si afferma il principio generale in base al quale "le amministrazioni, prima di procedere all'espletamento di procedure concorsuali, finalizzate alla copertura di posti vacanti in organico, devono attivare le procedure di mobilità".

Quest'ultimo principio, inoltre, viene richiamato spesso in alcune norme di limitazione delle assunzioni anche prima di procedere all'assunzione e non solo prima di avviare la procedura concorsuale.

Il quadro normativo prodotto dagli ultimi decreti di limitazione delle spese per il personale e la riduzione degli organici spingono oggi le amministrazioni pubbliche a guardare con interesse all'istituto della mobilità, non più in termini di rispetto formale di un principio di economicità, ma come ad uno strumento idoneo a reclutare le professionalità mancanti.

Il portale consente quindi sia di adempiere celermente e con la massima efficacia agli obblighi di trasparenza e di verifica preventiva della mobilità sia di ricercare professionalità qualificate di cui l'amministrazione ha bisogno. Inoltre, le amministrazioni attraverso tale portale possono in maniera più efficace risolvere preventivamente i problemi di eccedenza, che potrebbero verificarsi a seguito dei tagli delle dotazioni organiche o delle esigenze funzionali e situazioni finanziarie specifiche, senza necessariamente collocare in disponibilità il personale ai sensi dell'art. 33, comma 7, del d.lgs. 165/2001.

In questo senso, il portale si presta ad azioni di ricollocazione (outplacement) volte a tutelare i dipendenti delle amministrazioni. Infine, le amministrazioni potranno altresì utilizzare Mobilita Pa anche per il reclutamento temporaneo di personale, attraverso gli istituti dell'assegnazione temporanea e del comando, ma anche attraverso l'incarico di dirigente o di alta specializzazione.